Tullio Forlenza, Pianoforte

Docente di pianoforte

Tullio Forlenza, pianista. Ha intrapreso gli studi musicali nella sua città natale, Salerno, dapprima sotto la guida del M° Matteo Napoli ed in seguito, presso il locale Conservatorio, oggi intitolato a “G. Martucci”, con il M° Roberto Daina che lo ha condotto brillantemente al diploma accademico conseguito con il massimo dei voti e lode, nel 1988.

Durante gli anni della sua formazione si è sempre interessato alle problematiche della didattica pianistica e, in qualità di insegnante, ha tenuto numerosi corsi su diversi aspetti dell’apprendimento e della tecnica, specializzandosi nelle tecniche di apprendimento della musica polifonica e della memorizzazione.

In particolare ha tenuto un corso sullo studio e apprendimento del Clavicembalo ben Temperato, uno sullo studio della Polifonia al pianoforte, uno sul Pre-Studio ed uno sull’organizzazione completa del Metodo di studio, dalla lettura all’esecuzione.

Il M° Tullio Forlenza si è sempre dedicato all’attività concertistica: sua caratteristica principale è quella di proporre brani del repertorio di maggiore notorietà, accostandoli a brani meno frequentati, ma ugualmente di grande interesse e fascino.

Suo tratto distintivo sono i programmi tematici come “La Russia guarda il Mondo” che ha visto accostarsi la Petite Suite di A. Borodin o i Quadri di un’esposizione di M. Musorgskij al Ragtime, al Tango, alla Circus Polka e Petrouchka di I. Stravinsky. Concerti con questo programma sono stati realizzati in Italia, all’Unitus di Viterbo e in Portogallo, presso l’auditorium di Carnaxide.

Altro interessante programma tematico è “Mozart e Shostakovich, tra modernità e ironia”, con la proposta dell’integrale dei 24 Preludi op.34, affiancati a pezzi pianistici degli ultimi anni compositivi mozartiani, eseguito durante una tournée in Galles e nella vicina Oxford.

Nel 2011, in occasione del bicentenario della nascita di Franz Liszt, propone le sue opere dell’ultimo periodo, poco frequentate ma di notevole impegno tecnico ed interpretativo, quali: la Lugubre Gondola I e II, Romance e Romance Oubliée, Terzo Mefisto Valzer, Czarda ostinata e Czarda macabra, eseguite anche alla stagione dei Concerti Pianistici Internazionali di Palazzo Rybna, a Cracovia.

Particolarissimo è inoltre il programma da concerto intitolato “Kinderkonzert”, eseguito in moltissime occasioni, fra cui si annovera il concerto in Portogallo, presso l’Auditorium di Oeiras. Questo programma è composto da numerosi brani: W. A. Mozart – Sonata facile in Do K. 545; L. v. Beethoven – Sonata in Fa Min. WoO 47 n° 2; R. Schumann – Scene infantili Op.15; D. Šostakovič – Danze della bambola.

Interessante inserimento nel suo repertorio è quello della Toccata F 3.05 e della Fuga F 18.06S da G. Muffat, nella trascrizione di Bela Bartok, aggiunto insieme ad altre trascrizioni frescobaldiane ed eseguito, fra i tanti, anche in un concerto del Festival Frescobaldi di Roma.

Proposta concertistica recente è il programma “Sonatina”: eccentrico progetto, realizzato in diversi contesti, tra cui il festival di Pienza, che partendo dalla prima Sonatina di Muzio Clementi, giunge a quella di M. Ravel, passando attraverso le composizioni della stessa forma di Sonatina scritte da L. v. Beethoven, E. Satie, A. Kachaturian, J. Sibelius e F. Busoni.

Ha tenuto molti concerti in formazione cameristica, collaborando con diversi musicisti, tra cui i violinisti Giorgio Sasso, Girolamo Bottiglieri e Fabrizio Falasca, il pianista Marco Lo Muscio, il clarinettista Massimiliano Ghiribelli, il cornista Filippo Azzaretto, la cantante Elvira Iannuzzi ed altri.

Dopo gli studi, è stato titolare della società “Amadeus”, società proprietà una sala di incisione a Roma, altamente specializzata nella registrazione di brani per pianoforte.

Durante l’attività in sala di registrazione, si è dedicato alla ripresa del suono e alle tecniche di editing audio, lavorando per diverse produzioni discografiche. Nello stesso periodo, ha prodotto una grande quantità di registrazioni personali, che stanno confluendo, insieme a quelle realizzate negli ultimi anni in collaborazione con il Millenium Recording Studio, in un importante progetto di antologia pianistica online sul sito www.growingpianist.it: il progetto si propone di registrare una buona parte del repertorio pianistico didattico, dal corso preparatorio al V anno, cui sono aggiunti anche importanti brani del repertorio solistico.

Per questo progetto, ha già registrato l’integrale dei Preludi e Fughette di J. S. Bach, le 15 Invenzioni a due voci in tutte le versioni esistenti e vari pezzi staccati; le 6 Sonatine di J. L. Dussek; le 6 sonatine di M. Clementi e varia parte del metodo pianistico clementino, i Valzer, le Monferrine ed alcune Sonate; le Sonatine di A. Diabelli; vari pezzi pianistici di L. v. Beethoven; diverse Sonate di D. Cimarosa; gli studi di Czerny, tratti da differenti opere e di diversa complessità; l’aria detta “La Frescobalda” di G. Frescobaldi; la Sonata V in Do mag. di B. Galuppi; le Sonatine di Kuhlau; vari brani di W. A. Mozart. Il progetto, sempre in evoluzione, si arricchisce continuamente di nuovi brani.

Ha pubblicato tre dischi da solista: il primo, registrato presso l’auditorium Fazioli di Sacile, monografico e dedicato a D. Shostakovich; il secondo, intitolato “Kinderkonzert”, ripreso live durante un concerto all’auditorium dell’Unitus di Viterbo; il terzo “MozArt” registrato sempre su un gran coda Fazioli a Sacile, dedicato alle ultime composizioni pianistiche mozartiane.

Ha inciso gran parte del suo repertorio per Radio Vaticana, presso la quale partecipa a numerose trasmissioni: i suoi dischi e le sue registrazioni vengono regolarmente trasmessi da Radio Vaticana e dai canali della RAI.

Il M° Forlenza è da tempo anche attivo come organizzatore e responsabile artistico di diverse manifestazioni musicali. A Roma, è stato direttore artistico della “Associazione Romana Intermusica” che svolgeva le sue manifestazioni concertistiche presso la sala Angeli o la sala del Trono di Palazzo Barberini. Durante la sua attività, ha ideato il “Premio Musica Roma”, che ha visto attribuire diversi riconoscimenti a personalità del mondo musicale quali Massimo Pradella, Sergio Perticaroli, Felix Ayo, Piero Rattalino, Michelangelo Zurletti, Renata Scotto, Ennio Morricone, Roman Vlad.

Ha organizzato in collaborazione con l’Associazione corale “Luca Marenzio”, presieduta dal M° Marco Finucci e dal M° Bruno Cagli; due edizioni di “Harmoniæ Palatinæ” rassegna concertistica di musica antica che ha ospitato i concerti di: Emma Kirkby e London Baroque, Il Teatro alla moda, Orfei Farnesiani, La Terza Prattica, Antiquaviva, L’Aura Soave, Le musiche da camera, Accademia Bizantina. Sempre presso Palazzo Barberini a Roma, ha organizzato numerosi concerti, tra cui quelli di Piero Rattalino e Ilia Kim, Stefano Severini, Giuliano Balestra ed altri.

Una SCUOLA di MUSICA a misura ANTI-COVID

Abbiamo provveduto a TUTTO!
SANIFICAZIONE dei locali, secondo normativa anti-Covid e secondo il Protocollo Regionale!
Abbiamo organizzato le aule prevedendo le misure necessarie per il distanziamento, gel igienizzante e relativa igienizzazione ad ogni cambio allievo con areazione delle aule stesse.
Insegnanti muniti di mascherina, ma preparati come sempre, per fare lezione in totale SICUREZZA!

📌Tutti gli studenti troveranno presidi di prodotti igienizzanti autorizzati e certificati con caratteristiche tecniche esposte all’entrata della scuola.

☎️In segreteria troverete la nostra simpatica e sorridente Roberta, che vi fornirà tutte le informazioni e indicazioni sulla scuola.

E’ possibile fare pre-iscrizioni a tutti i corsi attraverso il nostro sito alla pagina “Iscriviti”.

Per ulteriori info tel. 06 78348623 / whastapp 375 5663199